Petit grain di melangolo

Petit grain di melangolo

Citrus aurantium ssp. amara (folia)

MODO D'USO: 

Application cutanée, massage

Bain

Voie orale

Voie respiratoire, diffusion

Originario dell'Asia, il melangolo o "arancio amaro" (Citrus aurantium ssp.amara (folia)) è un albero della famiglia delle Rutacee dai rami spinosi e a foglie alterne, persistenti e coriacee, di un verde brillante.

Tab

I suoi frutti, melangoli o anche "arance amare", non sono adatti al consumo, più piccoli delle arance dolci, dalla buccia spessa rugosa e dalla polpa acre e acida.

. Il melangolo, come molti alberi da frutto orientali, fu portato nelle loro rispettive patrie dai soldati di Alessandro e, quindici secoli più tardi, reintrodotto dai crociati in un Occidente che l'aveva dimenticato. Il suo frutto, l'arancia amara che all'epoca veniva chiamato "mela meda", era conosciuto dagli antichi prima ancora di essere coltivato. Elogiavano a ragione la sua scorza che utilizzavano come tonico digestivo che precedeva i loro festini indigesti e proteggevano contro i postumi. Il greco Teofrasto, padre fondatore della botanica come autore delle Ricerche sulle piante e cause delle piante, menzionava questo frutto elogiandolo dal IV secolo a.C. più tardi Galieno, medico dell'imperatore Commodo, lo prescriveva per curare un gran numero di malati. Si utilizza in due forme in medicina tradizionale cinese per trattare i disturbi digestivi e cardiaci: lo zhi shi (frutto verde) e lo zhi kiao (scorza). Coniugando dolcezza e asprezza, questo frutto squisito e paradossale non poteva che ispirare i poeti. Anche Aragone ha cantato il suo "cupo amore di arancio amaro".

Coltivazione e produzione

L’arancio "amaro", introdotto dagli arabi nel IX secolo in Spagna, chiamato "arancio di Siviglia", è coltivato in numerosi paesi, tra gli altri in India, in Cina e in Paraguay. Trova il suo principale impiego in profumeria e entra nella composizione delle acque di Colonia.

Profumo

L’odore del petit grain di melangolo è quello degli agrumi, acidulo, fresco e fiorito, con una nota pronunciata di arancio.

Estrazione e rendimento

L’olio essenziale di petit grain di melangolo è ottenuto per distillazione delle foglie mentre l'essenza, detta "di arancio amaro" proviene, come per tutti gli agrumi, dalla pressione a freddo della scorza. Occorrono 100 kg di foglie per ottenere 700 grammi di olio essenziale, cioè un rendimento dello 0,7%.

Formula chimica e

I principali costituenti attivi dell'olio essenziale di petit grain di melangolo sono esteri terpenici (acetati di linalile, geranile e nerile) e monoterpenoli (alfa-terpineolo, linalolo).

Principali indicazioni

Mano santa per gli stressati, l'olio essenziale di petit grain di melangolo esercita un effetto rilassante e sedativo molto potente che cancella gli stati di malinconia e favorisce un sonno riposante. È molto utile per calmare i bambini iperattivi. Rimedia a tutti gli squilibri nervosi, spasmofilia, disturbi della respirazione e del ritmo cardiaco. Anti-spasmodico, allevia crampi, torcicollo, coliche e dolori mestruali. Cura le infezioni cutanee è inoltre un eccellente rigenerante cellulare che migliora lo stato della pelle e regola la sudorazione eccessiva.