Legno di rosa

Legno di rosa

Aniba rosaeodora

MODO D'USO: 

Application cutanée, massage

Bain

Voie orale

Voie respiratoire, diffusion

Il legno di rosa (Aniba rosaeodora) è un albero della famiglia delle Lauracee originario dell'Amazzonia e della Guyana.

Tab

Il suo legno odorante, di colore rosato e di grana fine, è duro, compatto e massiccio. È utilizzato in profumeria e in ebanisteria dove si impiegano varie specie malgasce del genere Dalbergia, che comprende anche i palissandri. In Brasile il legno di rosa locale è Dalbergia nigra. Un'altra famiglia, quella delle Fabacee, comprende delle specie di legno comunemente chiamate legno di rosa. Si tratta in particolare dello Pterocarpus indicus, che designa il legno di rosa proveniente dalla Birmania. Anche il Thespesia populnea, della famiglia delle malvacee, è chiamato legno di rosa. L'albero è stato scoperto nel 1925 nella foresta amazzonica dove gli indiani lo impiegavano da sempre nella loro farmacopea tradizionale. Da allora è stato oggetto di uno sfruttamento eccessivo e negli anni ne '60 venivano abbattute cinquantamila tonnellate l'anno. In Madagascar questo sfruttamento forsennato ha suscitato indignazione e il divieto di esportazione (vedere pag. 18). Il legno di rosa, a rischio estinzione, oramai è protetto dall'Unione internazionale per la conservazione della natura (UICN). Divenuto sinonimo di raffinatezza e di lusso in Occidente, ha ispirato i romanzieri, da Balzac a Sharyn McCrumb (Un cercueil en bois de rose, 1999).

 

Coltivazione e produzione

Dopo un lungo periodo di sfruttamento eccessivo, il Brasile (Amazzonia) ora protegge il legno di rosa, del quale è divenuto il produttore quasi esclusivo. La Guyana effettua dei reimpianti.

Profumo

L’odore, rinfrescante e dolce del legno di rosa, ricorda lontanamente quello della rosa.

Estrazione e rendimento

L’organo produttivo è il legno trattato mediante distillazione dei trucioli al vapore acqueo. Il rendimento in termini di olio essenziale è di circa il 5% ovvero cinque chilogrammi per cento chilogrammi di pianta.

Formula chimica

Il principio attivo dell'olio essenziale di legno di rosa è il linalolo: ne contiene il 92%.

Indicazioni essenziali

L’olio essenziale del legno di rosa è il miglior amico della pelle. Potente rigenerante tessutale, la ammorbidisce, la rassoda e la libera da smagliature, rughe, eczema, acne e altre affezioni cutanee. È un eccellente tonico linfatico. Ricco di linalolo, ha proprietà antinfettive, antibatteriche, antimicotiche e antivirali (rafforza le difese immunitarie). È anche antispastico e lenitivo.

Specie chimicamente apparentate

Legno di rosa asiatico, legno di Ho, legno di Shiu (Cinnamomum camphora linalolifera).