Eucalipto radiata (o eucalyptus officinale)

Eucalipto radiata (o eucalyptus officinale)

Eucalipto radiata (o eucalyptus officinale)

MODO D'USO: 

Application cutanée, massage

Bain

Voie orale

Voie respiratoire, diffusion

Albero di origine australiana dal tronco grigio bluastro che può raggiungere i trenta metri, l'eucalipto radiata (Eucalyptus radiata) appartiene alla famiglia delle Mirtacee.

Tab

Una camicia chiusa nasconde gli stami dei fiori che escono quando crescono, il che è valso all'albero il nome greco (eu "ben", kaluptos "coperto"). Le foglie presentano delle ghiandole oleose e possono catturare l'energia del sole su ciascuno dei loro lati, il che gli permette di secernere un nettare abbondante.

"L'albero della febbre", che ha la rara virtù di purificare l'ambiente circostante, è stato scoperto in Australia nel 1792 dal naturalista francese Julien Houtou de La Billardière, che accompagnava La Pérouse e ha scritto il racconto della spedizione. Gli aborigeni usavano le foglie per curare le ferite e gli stati febbrili. La sua introduzione in Europa risale al 1856 quando ebbe inizio la produzione commerciale nello stato australiano di Victoria. Assorbendo grandi quantità di acqua e liberando esalazioni dal forte potere antinfettivo, all'eucalipto fu assegnato il compito di essiccare e purificare le regioni paludose infestate dalla malaria, da cui il nome di Eucalyptus salubris.

Coltivazione e produzione

Essenza quasi esclusiva delle foreste australiane e piatto preferito dei koala, l'eucalipto, del quale esistono 700 specie, si è diffuso negli altri continenti, in Europa (Italia, Spagna, Portogallo dove serve per la produzione di pasta di cellulosa), Africa (Marocco e Madagascar), Asia (Cina, India, Sri Lanka) e America del nord e del sud. Fa parte di tutte le farmacopee del mondo. L'Australia, il Marocco e la Spagna sono i principali esportatori di olio essenziale di eucalipto. In Tunisia, un colossale progetto del Global Wood Holding di Ginevra prevede l'impianto nel deserto di Tatouine, di una foresta destinata a fornire 2 milioni di tonnellate di legno di eucalipto l'anno per l'esportazione.

Profumo

Le foglie di Eucalyptus radiata hanno un odore forte e canforato, leggermente acre, sebbene meno dell'Eucalyptus globulus. L'olio essenziale di eucalipto ha un odore caratteristico, fresco e gradevole.

Estrazione e rendimento

Il rendimento della distillazione delle foglie di eucalipto per corrente di vapore acqueo è di circa il 2%, ovvero 2 kg per 100 kg di pianta.

Formula chimica

I principi attivi dell'olio essenziale di Eucalyptus radiata sono soprattutto ossidi (1,8-cineolo: 72%-75%-80%) e un monoterpenolo (alfa-terpineolo).

Indicazioni principali

Antivirale, decongestionante ed espettorante, l'eucaplipto radiata e l'eucalipto globuloso è l’Attila delle affezioni respiratore sia virali (raffreddore, influenza) che batteriche (bronchite, sinusite, otite). Gradevole da respirare, è un formidabile decongestionante nasale. Inoltre ha il potere di guarire le infezioni cutanee, di sostenere il sistema immunitario e di dare energia.

Specie apparentate

Eucalipto limone (Eucalyptus citriodora citronnellalifera), eucalipto globuloso (Eucalyptus globulus), eucalipto mentolato piperitone (Eucalyptus dives piperitoniferum), eucalipto polibrac con cineolo (Eucalyptus polybractea cineolifera), eucalipto polibrac con criptone (Eucalyptus polybractea cryptonifera).