Arancio dolce

Arancio dolce

Citrus sinensis

MODO D'USO: 

Application cutanée, massage

Bain

Voie orale

Voie respiratoire, diffusion

L’arancio (Citrus sinensis), originario dell'Asia, è un albero da frutto della famiglia delle Rutacee. Proviene da un'ibridazione naturale tra pompelmo (Citrus maxima) e mandarino (Citrus reticulata).

Tab

Può raggiungere i 10 metri, ha rami spinosi e foglie di 4-10 centimetri. Il suo frutto, o propriamente la sua bacca, è chiamato arancia dolce per distinguerlo da quello, amaro del melangolo (Citrus aurantium).

"Conosci il paese dove fiorisce l'arancio?" canta Mignon. Si potrebbe applicare all'arancio, frutto luminoso della felicità, quello che Talleyrand diceva della vita sotto l’Ancien Régime: chi ignora il suo sapore non conosce la dolcezza del vivere. Nell'antichità, le mele d'oro del giardino delle Esperidi erano in realtà arance. Introdotto in Europa dai navigatori portoghesi di ritorno in Cina, da cui il suo nome arabo e greco burtughal e portokali, l'arancio dolce in tedesco è la "mela della Cina" (Apfelsine). La gloria del frutto eclissa la scorza con la quale si può fare un eccellente aperitivo e le foglie che Mattioli affermava possedessero un effetto sudoriparo adatto a "far uscire tutto il cattivo umore sulla pelle". I fiori hanno ornato tantissimi caminetti del mondo, attestando nel corso degli anni la verginità della sposa.

Coltivazione e produzione

L’arancio è coltivato nelle regioni calde, nel Mediterraneo, Maghreb, Cina, Sudafrica, Australia. Introdotta in California e in Florida, la produzione intensiva della specie "navel Washington", nata in Brasile nel 1820, ha inondato il mercato. Il Brasile è di gran lunga il primo esportatore di succo d'arancia e il volume d'affari mondiale del frutto, che ha conosciuto un'espansione prodigiosa, raggiunge i 2 miliardi di dollari.

Profumo

L’odore dell'essenza di arancio dolce è lieve, fresco e fruttato.

Estrazione e rendimento

Il rendimento della pressione a freddo delle scorze d'arancio dolce (Citrus sinensis) è basso, dallo 0,2% allo 0,4% cioè 200-400 grammi di essenza per 100 kg di pianta. Un'essenza senza terpeni è usata in cosmesi.

Formula chimica

I principali componenti attivi di Citrus sinensis sono monoterpeni (limonene: dal 92% al 97%), alcoli monoterpenici (linalolo), aldeidi e cumarine.

Principali indicazioni

Specie apparentate

Arancio amaro (Citrus aurantium ssp. aurantium).